La Fregola: il cuscus sardo dalle origini antichissime

La Fregola: il cuscus sardo

Sapevate che in Sardegna esiste un tipo di pasta molto simile al cuscus? Se volete assaggiare questa prelibatezza, allora dovete cercare la fregola o sa fregula (nella variante dialettale). La fregola è ottenuta da un impasto di grano duro e acqua, tostato nel forno e ridotto in grani abbastanza grossi e tondeggianti. La lavorazione a mano,Il suo colore dorato e l'inconfondibile sapore la rendono particolarmente adatta ai piatti di pesce. La tradizione comprende tantissime ricette con la fregola ma la più famosa in assoluto è quella con pomodorini e vongole. 

Le origini di questa pasta sono antichissime e avvolta nel mistero. Il suo legame con il cuscus si può ritrovare sulle rotte dei ricercatori di corallo ma anche negli scambi culturali con i Fenici, Punici e Cartaginesi. Altre fonti, invece, sostengono il primato della Sardegna nell'invenzione del particolare formato impresso dalle mani delle donne sarde.


Oggi proponiamo una ricetta di una vecchia amica, appassionata di cultura sarda e esperta nella preparazione della fregula.


Fregola con arselle e ventresca


  • Pulire le arselle con abbondante acqua. Cuocere a fuoco basso finché non si aprono.  Sgusciare le arselle e conservare a parte l'acqua di cottura.
  • Rosolare aglio, olio e prezzemolo e la ventresca
  • Aggiungere la passata di pomodoro o il brodo di pesce e la fregola con l'acqua di cottura delle arselle
  • Al termine della cottura (20 minuti circa) aggiungere le arselle e sale e pepe q.b


Da servire con un buon vino bianco rigorosamente fresco!! Buon appetito!!

Parlaci della tua idea di viaggio